non mi sono perduta

Non mi sono perduta

Che Non mi sono perduta non sia un volume facilmente confondibile con altri, lo si capisce sin dallo pseudonimo dell’autore/autrice, “Etèra”, evocante le antiche cortigiane greche, note per le arti erotiche e la piacevolezza della compagnia: una storia di prostituzione, senz’altro, ma limitante vederla solo così. A ben vedere, le vicende di Layla, la protagonista, e[…]