Yolo

Clarissa Tornese aveva già abituato i suoi lettori a situazioni quotidiane, talora paradossali, condite con un piacevolissimo, immancabile humor in “Diario di una squilibrata”, ma è in questo volume che la giovane autrice conferma il proprio talento, utilizzando una trama più omogenea e “sistemica”, supportata da un linguaggio se possibile ancora più piacevole, che tiene[…]

intervista-karl-tenbro

Intervista a Clarissa Tornese

Dopo aver letto il volume “Diario di una squilibrata”, l’autrice Clarissa Tornese ha risposto così alle nostre domande. Janis, la protagonista del tuo romanzo, è una ragazza sui generis, ma in fondo nemmeno tanto dissimile da tante coetanee e coetanei del mondo di oggi, pervasi – talora più o meno consapevolmente prostrati – da una[…]

diario-squilibrata

Diario di una squilibrata

Come si può chiamare una figlia Janis? E’ quello che la protagonista del Diario di una squilibrata vorrebbe chiedere alla propria madre hippie incallita. Se, però, vale il detto latino nomen omen, la trentenne che scrive in prima persona questo strampalato diario – dietro consiglio della propria, disperata psicologa – non poteva avere comportamenti meno[…]