intervista-clarissa-tornese

Intervista a Mario Grasso

Dopo aver letto il romanzo “L’idea fissa”, l’autore Mario Grasso ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, una brevissima presentazione per i lettori. Ringrazio il tuo sito per l’ospitalità concessa a un nostalgico del ’68 che ancora cova in un angolino del suo cuore la speranza (utopica?) di una società in cui il valore delle persone sia[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Renato Esposito

Dopo aver letto il romanzo “Delitto e castigo”, l’autore Renato Esposito ha risposto così alle nostre domande. Quali le motivazioni che ti hanno spinto a scrivere, ed a scrivere ripartendo da un caposaldo della letteratura mondiale quale il capolavoro di Dostoevskij? Non hai temuto – pur di sfuggita – di non “essere all’altezza” del compito?[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Marco Maria Orlandi

Dopo aver letto il poema “L’Inferno”, l’autore Marco Maria Orlandi ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, non hai provato una pur fugace soggezione, nell’intitolare la tua opera alla stregua di quella che è – con buona probabilità – la più nota opera letteraria italiana nel mondo? Titolo, suddivisione in 34 Canti, endecasillabi, rime incatenate:[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Luca Bartolomei

Dopo aver letto la silloge di poesia “L’inganno e altri racconti”, l’autore Luca Bartolomei ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, una curiosità: riportando nel titolo proprio “l’inganno” vuole in qualche modo sin da subito sottolineare che trattasi di racconti fondati su “doppiezza”, “sorpresa”, “imprevedibilità”, o cos’altro? Non ritengo ci sia un racconto più significativo[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Riccardo Grechi

Dopo aver letto la silloge di poesia “Nell’arte dell’io”, l’autore Riccardo Grechi ha risposto così alle nostre domande.  Come mai hai scelto, per esprimere te stesso, la forma poetica, o per meglio dire aforistica? Qual è, per te e per la tua sensibilità, il valore aggiunto di formule testuali brevi e caustiche? Mi definisco una[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Lina Giudetti

Dopo aver letto il romanzo “Anime di Luce – Perseo”, l’autrice Lina Giudetti ha risposto così alle nostre domande. Il tuo romanzo sin dal titolo (le “Anime di Luce” sono i “figli di Sirio”, extraterresti) sembra inserirsi in una summa della mitologia atlantidea, egiziana e quindi greca, all’interno della quale scegli di sviscerare – arricchendolo[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Gina Scanzani

Dopo aver letto il romanzo “Eccomi ci sono ancora”, l’autrice Gina Scanzani ha risposto così alle nostre domande. Sin dal titolo, il tuo sembra un grido alla vita, come a dire “nonostante tutto ce l’ho fatta”, “io sono qui”, “sto andando avanti”: è una lettura corretta? Il titolo è di per se un grido alla[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Elìaba (Donato De Francesco)

Dopo aver letto il romanzo “Fuori dal baratro! Cultura cittadina e perversioni moderne”, l’autore Elìaba (Donato De Francesco) ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, qual è stata la scintilla che ti indotto a dar vita ad un’opera – “manualistica”, più che meramente narrativa – così peculiare e sui generis? Premetto che non sono né[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista ad Antonio Giugliano

Dopo aver letto la raccolta di racconti “Corpi”, l’autore Antonio Giugliano ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, qual è la molla che ti ha fatto scrivere storie di “amori” perduti e “malati”, in piena controtendenza rispetto alla vulgata corrente? Mi incuriosiscono le cose di cui non si parla molto. In un epoca come questa[…]

intervista-clarissa-tornese

Intervista a Valentina Barile

Dopo aver letto il romanzo “MineViandanti sull’Appia Antica”, l’autrice Valentina Barile ha risposto così alle nostre domande. Innanzitutto, il titolo, che riecheggia un notissimo film di Ferzan Özpetek (“Mine vaganti”): cosa il tuo libro ha in comune col film, oltre all’assonanza acustica dei titoli? Beh, tengo a precisare, come faccio nel libro, che le “mie”[…]