intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Warren Draghi Scrittore

Dopo aver letto i volumi “Milionari – Il piccolo manuale per chi vive di rendita” e “Come scegliere i fondi comuni d’investimento – Manuale pratico”, l’autore Warren Draghi ha risposto così alle nostre domande. Siamo abituati a non aver nulla in regalo, e contestualmente a gente che, possidente, ha sempre un inesauribile appetito: come mai[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Marilena Fonti Scrittrice

Dopo aver letto i racconti “Belle ombre imperfette”, l’autrice Marilena Fonti ha risposto così alle nostre domande. Da cosa nasce la necessità di racconti di donne narrati da una donna? Pensi che nel panorama complessivo della narrativa odierna la sensibilità femminile sia forse scarsamente rappresentata? No, non lo credo. Si è sempre scritto molto sulle[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Giuseppe Ponzi Scrittore

Dopo aver letto il romanzo “Anche la notte ha i suoi colori”, l’autore Giuseppe Ponzi ha risposto così alle nostre domande. Il tuo libro, sin dal titolo, sembra avere una visione ottimistica della vita e – alla luce dell’argomento trattato nel libro – della possibilità di salvarla grazie alla medicina: tale convinzione deriva da una[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Luca Murano Scrittore

Dopo aver letto la raccolta di racconti “Pasta fatta in casa – Sfoglie di racconti tirate a mano”, l’autore Luca Murano ha risposto così alle nostre domande. Da cosa deriva la scelta di un titolo così originale ed inconsueto – persino “spiazzante” – per una raccolta di racconti? Pasta fatta in casa è anche il[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Matteo Carmignoli Scrittore (libro “I Caduti – Storia di una coscienza”)

Dopo aver letto il suo libro “I Caduti – Storia di una Coscienza”, l’autore Matteo Carmignoli ha risposto così alle nostre domande. Il tuo libro, a cominciare dal titolo, in nulla lascia presagire il carattere – a tratti noir – delle pagine ivi contenute: da cosa nasce la scelta di raccontare una coscienza così dilaniata, inusuale, a[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Clarissa Tornese

Dopo aver letto il volume “Diario di una squilibrata”, l’autrice Clarissa Tornese ha risposto così alle nostre domande. Janis, la protagonista del tuo romanzo, è una ragazza sui generis, ma in fondo nemmeno tanto dissimile da tante coetanee e coetanei del mondo di oggi, pervasi – talora più o meno consapevolmente prostrati – da una[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Anna Maria Arvia

Dopo aver letto il volume “Le meravigliose avventure di un’insegnante precaria”, l’autrice Anna Maria Arvia ha risposto così alle nostre domande. Da cosa nasce l’esigenza di raccontare le peripezie dei tuoi anni da insegnante precaria? Pensi che la tua storia possa dissuadere o piuttosto incentivare, o in generale interessare chi si sta specializzando per l’insegnamento[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Emilia Anzanello

Dopo aver letto il volume “Erano Knochensturme”, l’autrice Emilia Anzanello ha risposto così alle nostre domande. “Erano Knochensturme” sceglie di raccontare la guerra dei vinti, e per di più di coloro i quali sono etichettati spesso come “il male assoluto”: perché una scelta così “scomoda”? Tu sembri “suggerire” che le SS non siano state il[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Laura Calderini

Dopo aver letto il romanzo breve “Il pinguino con le ali”, l’autrice Laura Calderini ha risposto così alle nostre domande. Il pinguino con le ali è metafora del manoscritto – ancora “grezzo” e asistemico – che, grazie al contributo di correzione bozze, editing, grafica, diviene vero e proprio libro: quanto incide tale contributo affinché lo[…]

intervista-gabriele-battista-scrittore

Intervista a Yuri Vargiu

Dopo aver letto il romanzo “Astro e la chiave pedagogica”, l’autore Yuri Vargiu ha risposto così alle nostre domande. Da cosa nasce l’esigenza di affrontare concetti pedagogici in un libro divulgativo, addirittura pubblicato in una collana “per ragazzi”, e non – come sovente viene fatto – in un’opera a carattere saggistico? Nel racconto sono presenti[…]