Io, te e la dislessia

io-te-e-la-dislessia-libro-1Il libro Io, te e la dislessia avrebbe tranquillamente potuto intitolarsi “Diario di una mamma e di sua figlia dislessica”.

Nella narrazione, infatti, a tratti angosciante ma sempre commovente ed emotivamente pregnante, le parole della madre – autrice Mariarosaria Conte seguono passo passo la piccola Veronica e la consapevolezza del suo disturbo dell’apprendimento, tacciato troppo spesso alla stregua di pigrizia, disinteresse, persino stupidità da insegnanti e compagni di classe; anche alcuni psicoterapeuti sembrano incerti circa la reale causa delle difficoltà della bambina, somatizzate in perdita di capelli e mal di pancia.

Colpisce anche il disorientamento della famiglia che, impreparata dinanzi ad una tale situazione, non riesce – malconsigliata – ad inquadrare correttamente i disturbi cognitivi della figlia, la quale peraltro mostra una sensibilità, una intelligenza ed una capacità dialogica al di sopra della norma.

Lo scritto rende tangibili le difficoltà dei dislessici e delle loro famiglie, anche a causa di incertezze normative protrattesi per anni; ecco un passo particolarmente significativo, in cui la piccola Veronica descrive la propria condizione:

«Mamma, a volte le parole sono lì, altre volte scompaiono. Quando le maestre scrivono intere pagine alla lavagna, è come se mi facessero un dispetto. Un attimo prima le vedo, quello dopo non le vedo più; loro poi cancellano e io rimango indietro, confusa, spaesata! Allora mi faccio forza e trovo il coraggio di chiedere di aspettarmi perché non ho finito, mi rispondono sempre la stessa cosa: “Sei troppo lenta, muoviti”. Io sto male.»

Un diario emotivamente di supporto, ed al contempo un vademecum per quanti vivono – direttamente o indirettamente – questo disagio.

ACQUISTA IL LIBRO QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *