Forse la felicità

forse-la-felicita-libro-1

Egidio Mariella nel suo Forse la felicità racconta la condizione esistenziale di tantissimi giovani di oggi, non più ventenni, non ancora quarantenni.

Si tratta, dunque, dei poco più che trentenni, i primi figli della precarietà (o flessibilità, come imporrebbe di dire il politically correct), ormai assuefatti ad una condizione di vita estremamente labile – Baumann direbbe «liquida» – in grado di deprimere senza difficoltà anche gli spiriti più temprati.

E in effetti, per costoro, non soltanto la felicità, bensì persino un briciolo di serenità appare in “forse” (mai titolo fu, in tal senso, più appropriato); anche laddove i due giovani protagonisti del romanzo – Alessio e Luca, amici di lunga data – vivono nella rampante e dinamica Milano, capitale economica d’Italia.

I due, appartenenti alla cosiddetta middle class (quindi decisamente agiati rispetto alla maggioranza dei loro coetanei), se da un lato condividono le spese di un unico appartamento, dall’altro hanno visioni di vita estremamente differenti: l’uno, Alessio, è disincantato al punto da sfiorare il cinismo, in amore innanzitutto, ma in generale circa i rapporti umani; l’altro, Luca, è invece romantico, convinto che l’amore possa essere eterno, se solo si trova “la persona giusta”.

Narrando di vita quotidiana, Egidio Mariella narra di spostamenti metropolitani, di partenze inattese ed improvvisi ritorni, di giornate invischiate in mille impegni, ma soprattutto della ricerca del lavoro al tempo d’oggi, e di come essa influenzi – troppo spesso negativamente – i rapporti non soltanto amorosi, bensì amicali e parentali fra le persone.

Fa da “contorno attivo” ad Alessio e Luca un affiatato e ben assortito gruppo di amiche: Sara (fidanzata di Alessio per lungo tempo), Federica (“fiamma” tanto forte quanto effimera di Luca), infine Chiara, l’eterna amica di entrambi, che si rivela, insieme con un colpo di scena tanto tragico quanto inatteso, vera sorpresa del romanzo.

Un libro per tutti, eppure particolarmente indicato per quanti – non più giovanissimi – vogliano prendere coscienza, con leggerezza, delle cause più profonde del disagio emotivo, psicologico e socio-relazionale di tanta parte dei giovani di oggi.

ACQUISTA IL LIBRO QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *