Nithràl. Il ciclo della rinascita

nithral 1L’avevamo detto – proprio su questo sito – che il giovane Francesco Leo avrebbe seguitato sul proprio cammino di autore promettente e maturo, e Nithràl, secondo volume della trilogia de “Il ciclo della rinascita”, lo conferma ampiamente.

Il romanzo, che si dipana lungo alcune centinaia di pagine, narra le vicissitudini di Viktor, il “prescelto”, cui spetta salvare dalla distruzione il mitico Regno di Mirthya; un ragazzo apparentemente come tanti, Viktor, pure a ben vedere con caratteristiche tanto ben definite quanto rare: spirito di sacrificio, anelito di giustizia, sodalità verso i propri conterranei e col genere umano in generale. Di quanti Viktor avremmo bisogno oggi, vien da chiedersi…

Ecco perché stimare “Il ciclo della rinascita” alla stregua di saga fantasy sic et simpliciter appare riduttivo: dal genere in questione eredita la passione per incantesimi, esseri e mondi fantastici, ma il sostrato etico – valoriale e il respiro teleologico attinge a piene mani a quella che – crediamo – sia la coscienza dell’autore stesso, e alle necessità che egli vede disattese nella società attuale.

Un inno alla solidarietà, all’impegno del singolo in favore della collettività, alla speranza “ad ogni costo”, sulle fondamenta dei legami parentali ed amicali, e sull’amore: questo, più verosimilmente, ci pare che lo scritto di Francesco Leo veicoli.

Un eroe senza superpoteri, un adolescente che “si rende speciale” da sé, spingendo in alto la soglia dell’abnegazione, guidato dalla visione di un mondo più giusto, dalla volontà ferrea di salvare l’universo – fisico e metafisico – in cui è nato ed in cui incondizionatamente crede.

Un libro imperdibile, un fuoco caldo in pieno gelo…

ACQUISTA IL LIBRO QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *